Festa Monini: Colori, suoni e sapori dell'Umbria

Block Header Festa

A Giugno in Umbria

Agenda del Gourmet
18 Maggio 2016

A Giugno in Umbria




Gli eventi e le manifestazioni golose

LE FESTE DEI FIORI
Ecco giugno. E la natura esplode in un tripudio di fiori e profumi. I prati e i monti si colorano della prima estate, la Piana di Castelluccio si copre di un manto striato del giallo brillante delle lenticchie, il rosso vivace dei papaveri, il romantico azzurro dei fiordalisi. Ma anche le città sembrano fiorire…

A Foligno la terza edizione del concorso "Foligno in Fiore: Finestre, Balconi, Chiostri fioriti" impegnerà quasi tutti gli abitanti del centro storico in una gara per il più bel balcone, chiostro, terrazza o corte, via o piazza. Il risultato sarà, come negli anni passati, una spettacolare festa di colori in una città gioiosa e piena di scorci suggestivi. Vale certo una visita!
Per info: www.comune.foligno.pg.it/

A Spello, invece, i tre giorni dal 2 al 4 giugno saranno tutti dedicati ad un fiore molto speciale, protagonista nella cultura, nell'arte e nell'artigianato: la rosa. Nella quinta edizione de “I giorni delle rose” si potranno scoprire le rose più belle e imparare a coltivarle grazie ai consigli di ibridatori e vivaisti; ci saranno mostre fotografiche, incontri con esperti, proposte di ricette sempre al profumo di rosa. E, nella magica atmosfera di Villa Fidelia, si imparerà a riconoscere il valore di questo ineguagliabile fiore nella bellezza, nella moda, nell’arredo, nell’editoria e nell’arte.
Per info: www.igiornidellerose.it/

Dal 2 al 4 giugno, si rinnova l’appuntamento con “Orvieto in fiore” e la città si vestirà dei colori della prima estate. Vie, cortili e piazze, arredate dall’allegria e la grazia dei fiori, faranno da cornice al passaggio del Corteo delle Dame e al Torneo dei Balestrieri che come ogni anno animeranno i giorni del “Palio della Palombella”. Il culmine dei festeggiamenti sarà a mezzogiorno del 50° giorno dopo la Pasqua, quando una colomba bianca spiccherà il volo da un pannello raffigurante l'Empireo per raggiungere il Cenacolo allestito sul sagrato del Duomo. Una tradizione che rappresenta la discesa dello Spirito Santo sulla Terra e si ripete, immutata, dal 1404.
Per info: www.orvietodeiquartieri.it/

Le infiorate sono una delle usanze più affascinanti e diffuse in Umbria. A Spello, per esempio, si ripete ogni anno una tradizione antichissima, tra arte e religiosità: nella notte fra il 17 e il 18 giugno, per la festa del Corpus Domini, gli “infioratori” lavorano un’intera notte per realizzare oltre 60 tappeti e quadri floreali che si snodano per le vie del centro storico lungo il percorso che la domenica mattina vedrà il passaggio del Corpo di Cristo, portato in processione dal vescovo. Un meraviglioso, immane lavoro certosino che si dissolve in un attimo, un passaggio, una folata di vento. Ma un omaggio supremo e commovente alla bellezza eterna.
Per info: http://infioratespello.it

A Castelnuovo d’Assisi, gli ultimi due week end del mese (18-19 e 24-25 giugno) e nel primo week end di luglio (1-2 luglio) saranno dedicati anche quest’anno alla Festa della lavanda. Presso il “Lavandeto di Assisi”, oltre ad inebriarsi del suo intenso profumo, si potrà assistere a corsi e girovagare nella mostra mercato più profumata d’Italia. Ma l’esperienza più affascinante sarà sicuramente quella di inoltrarsi fra i filari di una rarissima collezione di varietà di lavanda: fiori viola, bianchi, blu, rosa adiacenti allo stupendo giardino delle salvie ornamentali e al campo delle erbe aromatiche.
Per info: lavandetodassisi.com/

L’UMBRIA DELLE TRADIZIONI
Con l’estate inizia la stagione dei grandi eventi che coinvolgono l’intera popolazione. Rievocazioni storiche che da secoli, spesso senza interruzioni, si ripropongono ogni anno con inalterata passione e incredibile rigore filologico; perché qui, ogni città o borgo ha la sua particolare storia e ama rinnovarne il racconto ai suoi figli e ai suoi ospiti. Eccone alcune.

Festa del Rinascimento ad Acquasparta
Ad Acquasparta, dal 7 al 18 giugno, si celebrano i fasti secenteschi con splendidi cortei in costume aperti dalla Corte del Duca Federico Cesi e della sua consorte Artemisia Colonna. Questo fu infatti per la città il periodo di grande splendore.
Le tre contrade della città, contraddistinte da vessilli di colore diverso, lotteranno per il palio sfidandosi in quattro gare, il “Piatto rinascimentale”, il “Teatro di Contrada”, la “Giostra della Lince”, torneo cavalleresco, e il “Grande Gioco dell’Oca”, una riproposizione vivente del gioco da tavolo forse più conosciuto.
In ambito gastronomico, il tema ricorrente nei convegni, nelle degustazioni e nelle taverne saranno il pane e il vino: percorso sensoriali di pregiati vini delle migliori cantine umbre, ma anche mostre e convegni alla scoperta del cibo più nobile, sano e semplice.
Ci saranno anche ospiti di altre città e contrade che offriranno sfilate e performance teatrali, e poi esibizioni di giullari, sbandieratori e tamburini… fino all’assegnazione del palio e alla gran festa finale con spettacoli pirotecnici e brindisi in piazza.
Per info: www.ilrinascimentoadacquasparta.it/

Perugia 1416
“Il risveglio di una città”: una straordinaria rievocazione di una delle epoche più luminose della storia di Perugia. Si narra che il 12 luglio 1416, dopo la battaglia di Sant’Egidio, le chiavi della città furono consegnate a Braccio Fortebracci da Montone. Si concluse così un lungo periodo di lotte interne fra le fazioni e s’inaugurò un’epoca di riforme che in breve riportò la città a nuova salute.
Ecco allora che anche quest’anno, dal 9 al 11 giugno, tutta la città rivisiterà la suggestione di quel momento emblematico del passaggio dal Medioevo al Rinascimento. Si inizierà con l’ingresso del condottiero col suo corteo nel bellissimo centro storico di Perugia. Nelle vie e nelle piazze si allestiranno mercati e accampamenti medievali, mentre uno squillar di trombe e rollar di tamburi darà inizio alle gare fra i Rioni. Non mancheranno cortei, figuranti, spettacoli di giocolieri, trampolieri, mangiafuoco, musici, danzatori e le immancabili cene in costume con menù quattrocentesco.
La collaborazione con Università degli Studi, Accademia di Belle Arti, Conservatorio di Musica, Archivio di Stato garantirà un gran rigore storico-scientifico anche alla dimensione più spettacolare e divulgativa.
Per info: www.perugia1416.com

La Giostra della Quintana
Il 16 e il 17 giugno a Foligno, una sfida antica, una gara avvincente tra spettacolo e competizione. Nel “Campo de li Giochi", i cavalieri dei dieci rioni si affronteranno dando prova di grande abilità e maestria. In sella al proprio cavallo, per tre volte cercheranno di infilare con la lancia l'anello appeso alla statua della Quintana, e ad ogni turno il diametro dell'anello si farà sempre più stretto. Una giostra secentesca molto amata dai folignati e dagli abitanti dei paesi limitrofi che, nei giorni della Quintana e in quelli che la precedono, vivono una festa continua: sfila per le vie del centro: sfilano per le vie del centro tra dame e cavalieri in splendidi abiti barocchi, cucinano antiche ricette, si riuniscono nelle taverne del centro storico e soprattutto tifano con gran partecipazione per il cavaliere loro beniamino. E l’entusiasmo è palpabile, contagia tutti anche l’ignaro turista.
Per info: www.quintana.it/

Il Mercato delle Gaite
Di nuovo a Bevagna, l’affascinante manifestazione che ricostruisce con incredibile rigore storico la vita quotidiana medioevale. Dal 15 al 25 giugno, anche quest’anno per dieci giorni la magia si rinnova. Tutti gli abitanti delle quattro gaite (i “rioni” dell’antico borgo) si impegneranno nella rappresentazione accurata e documentata delle botteghe, delle arti e dei mestieri, della gastronomia e della moda di un tempo che altrove è finito da secoli, ma qui rivive ogni anno, intatto. Per dieci giorni si riapriranno locande, taverne e botteghe artigiane; per le strade s’incontreranno figuranti in costume, giocolieri, mangiafuoco, clerici errabondi e musici, giullari e falconieri. La città sarà animata da spettacoli itineranti e cortei in costume, mentre tamburini e sbandieratori annunceranno l’imminente apertura dei giochi nelle piazze. Imperdibile.
Per info: www.ilmercatodellegaite.it

MANGIAR BENE E BERE MEGLIO
In questo mese ricominciano, innumerevoli, le belle e colorate sagre di paese. Impossibile ricordarle tutte, ma ecco alcuni degli appuntamenti enogastronomici di più alto livello. Amelia DOC
Dall’1 al 4 giugno, una bella manifestazione tutta dedicata alla viticoltura e all’enologia di qualità per far conoscere e apprezzare i vini dei Colli Amerini e di tutta l’Umbria meridionale. Saranno organizzati approfondimenti tematici, degustazioni, tour delle cantine, cooking show, laboratori in partnership con Slow Food Umbria e la partecipazione del circuito Slowine.
Per info: www.ameliadoc.it

Wine Show a Orvieto
Il 3 e 4 giugno a Orvieto, un evento enogastronomico con 100 espositori e 700 etichette in degustazione di cantine e produttori provenienti da tutta Italia. Un appuntamento irrinunciabile per tutti esperti e appassionati di vino animato quest’anno da Maurizio Filippi, sommelier italiano di chiarissima fama. E, data la contemporanea manifestazione di “Orvieto in Fiore”, quest’anno è prevista anche una degustazione itinerante attraverso i colori e i profumi dei quattro quartieri della “città della rupe”, immersi nella magia delle rievocazioni medievali e addobbati dalle belle infiorate.
Per info: www.wineshoworvieto.com/

Fior di Cacio
Ma come si può pensare di non accompagnare un buon vino con un buon formaggio! Ecco allora, il 10 e l’11 Giugno a Vallo del Nera l’imperdibile festa in cui sono protagonisti i formaggi della Valnerina.
In questa zona, da secoli e secoli sono presenti greggi transumanti e stanziali. Ed è logico, quindi, che proprio qui viva una grande tradizione casearia.
Durante la due giorni, oltre agl’impareggiabili formaggi, si potranno scoprire anche altri sapori tipici del territorio: tartufi, salumi, prosciutti, zafferano, farro, miele, confetture, vini… Mentre all’ombra delle cantine saranno esposti gli strumenti dei casari utilizzati in tutte le fasi della lavorazione del formaggio, che in queste montagne è rimasta sostanzialmente la stessa del Medioevo.
Chi vorrà potrà percorrere i sentieri della transumanza, fare un tour dei pregevoli affreschi conservati nelle chiese romaniche, passeggiare a dorso di asinelli o rigenerarsi con un piacevolissimo trekking lungo i sentieri montani.
Per info: Comune di Vallo Di Nera +39 0743 616143

Un Vero Ritorno di Fiamma
Dal 16 al 25, a Perugia, torna per la terza volta Piacere Barbeque, “l’unico Festival italiano dal cuore ardente”. l'Area Verde di Pian di Massiano, meta ideale di sportivi e famiglie, accoglierà la kermesse ideata per celebrare il rito della cottura alla brace. Show cooking, laboratori, degustazioni guidate, concerti, attività ludiche e sportive, ma soprattutto dieci giorni di full immersion per scoprire tutti i segreti di una cottura perfetta: dall’acquisto delle carni alle tecniche di preparazione, ricette, storia, immagini e “leggende” del rito più amato dagli americani… ma non solo.
Per info: www.piacerebarbecue.it

IL MONDO IN SCENA
Si apre l’ultimo giorno di giugno, quest’anno, la sessantesima edizione del Festival dei due Mondi, l’impareggiabile kermesse di arte e musica, fondata e ideata dal compianto Maestro Menotti, che dal dopoguerra ha reso celebre Spoleto in tutto il mondo. Saranno 17 giorni di grande spettacolo: 90 titoli e 174 aperture di sipario: opera, musica, danza, teatro, eventi speciali e mostre d’arte!
Storico luogo di incontro tra culture diverse, anche quest’anno, sotto la guida di Giorgio Ferrara, il Festival si propone come vetrina d’eccellenza per i grandi artisti e per quelli emergenti, promuove nuove creazioni, dà spazio a confronti culturali e artistici di rilevanza internazionale.
Fra gli sponsor, Monini che, come in passato, sosterrà le iniziative in ambito musicale e dalla casa Menotti consegnerà il premio “Una finestra sui due mondi” ad un artista che affacciandosi dalla storica finestra di Casa Menotti rinnoverà simbolicamente quel gesto affettuoso e attento che fu del Maestro.
Per info: www.festivaldispoleto.com/

Giovedì, Novembre 30, 2017

Premiata nella categoria “Best practice leadership di mercato”

Mercoledì, Novembre 29, 2017

Giocare, imparare e divertirsi al Museo dei Bambini di Roma

Giovedì, Novembre 16, 2017

presentato alla Camera dei Deputati il progetto Mò