Olivo e Olio tra realtà e leggenda

In diverse civiltà, tra diversi popoli, le citazioni sull'olivo e l'olio sono molteplici

La colomba e noè il poeta omero la dea atena
Sin dal 1000 a.C. la citazione
dalla Bibbia della colomba che fa ritorno all'arca di Noé con un ramoscello fresco
di olivo nel becco, segno della ritrovata
pace tra Dio e gli uomini.
Innumerevoli episodi nell'Iliade e nell'Odissea del poeta Omero hanno
come oggetto l'olivo e l'olio: il letto di Ulisse, ricavato da una grossa pianta di olivo alla quale, toltane la chioma, fu data
forma del letto, senza essere spiantata;
Ulisse vi costruì attorno la casa.
Ulisse venne cosparso e lavato con olio...
Cecrope, semidio, alla fondazione della città di Atene, chiese per la sua città la protezione degli dei; tra questi nacque una competizione sotto gli auspici di Zeus, tra Poseidone, dio del mare e Atena, dea della saggezza; Poseidone col suo tridente colpì la roccia facendone scaturire acqua salata, ed un cavallo, come auspicio della dominazione sui mari. Atena più semplicemente creò l'ulivo, che per millenni avrebbe offerto agli uomini un "succo prezioso" per la preparazione dei cibi, per la cura, la bellezza ed il massaggio del corpo, fonte di luce. Atena ebbe la palma della vittoria, e divenne la protettrice di quella città chiamata perciò Atene.
    
  i ciclopi
  Bastoni e clave di legno d'ulivo erano quelle dei Ciclopi; anche il bastone grande quanto l'albero di una nave, conficcato nell'occhio del ciclope era d'ulivo.
le panatenee le olimpiadi le usanze dei greci
In onore di Atena gli ateniesi eressero il Partenone e fecero disputare le Panatenee.
Gli atleti vincitori delle Panatenee venivano premiati con denaro, medaglie d'oro e olio di oliva ottenuto dagli olivi sacri ateniesi e contenuto in vasi riccamente ornati.
Anche nei giochi che si disputavano
in onore di Zeus ad Olimpia gli atleti ricevevano anfore di olio; i corpi degli atleti venivano inoltre frizionati e massaggiati
con olio di oliva. Il capo dei vincitori
era ornato da una corona di rami d'ulivo.
La stessa gente comune usava ungere
il corpo ed i capelli con olio di oliva addizionato di profumi ed essenze
ricavate da erbe e fiori.
I play-boy dell'epoca avevano sempre
con sé un contenitore di olio profumato appeso al polso o alla cintura.
Olio di oliva veniva inoltre usato in vari preparati medicamentosi.
Omero ci tramanda che anche i defunti venivano adagiati su un letto di foglie
di ulivo e cosparsi di olio.
Le stesse tombe erano ornate con
corone e ramoscelli d'ulivo.
  L’olio e le divinità antiche Gli antichi egizi
  L'olio in tutta l'antichità e presso molte civiltà ha avuto una funzione sia purificatrice, che al tempo stesso protettiva ed atta ad impedire che la divinità presente in un simulacro se ne allontanasse. Presso gli Egiziani ad esempio, l'olio era usato per ungere i corpi e le teste dei defunti da mummificare; durante tali funzioni solo chi aveva capelli, viso e piedi spalmati di olio poteva avvicinarsi agli idoli, a loro volta purificati con balsami.
Ramsete III dona ai Templi i proventi di una superficie di 2750 ettari
Le sacre scritture L’olio nella cultura cristiana  
Nella Bibbia sono citate unzioni di Re,
di principi, di altari e di oggetti liturgici.
La mirra offerta dai Magi in dono a Gesù, indicato come "l'unto del Signore", altro non era che olio arricchito di aromi.
Nella Basilica del Santo Sepolcro a Gerusalemme è conservata una grossa pietra (la lastra dell'unzione) su cui il corpo del Cristo fu cosparso di balsami.
Su questa lastra ardono delle "lampade
ad olio" ognuna rappresentante una confessione religiosa. Rami d'ulivo vennero usati per acclamare il Signore al suo ingresso in Gerusalemme, e gli stessi si benedicono e si scambiano nel giorno della Domenica delle Palme, in segno di pace.
L'olio è ancor oggi utilizzato per
i sacramenti: quello catecumenale per
i battesimi, quello crismale per la cresima, quello unzionale per gli infermi gravi,
e ve ne è anche uno per l'ordinazione sacerdotale. Una lampada ad olio accesa su un altare indica la presenza del Signore.