L'Oliveto

Le colline degli olivi. Quaranta ettari di terreno agricolo sulle colline dominanti la valle di Spoleto: in quest'area quasi totalmente piantumata con olivi sorge il Frantoio del Poggiolo. Di queste tre colline, l'oliveto copre circa 25 ettari ed è composto da un impianto secolare di 5.500 olivi e 1.500 piante del nuovo impianto.

Sono tutte varietà diverse e selezionatissime, alcune autoctone altre importate, che permettono di studiare con attenzione ogni momento ed ogni variabile che interviene nella coltivazione, raccolta e lavorazione dell'extravergine DOP.
Queste le cultivar che compongono l'oliveto: circa 80% sono di Moraiolo, una varietà tipica e quasi esclusiva dell'Umbria che contraddistingue il blend degli oli della zona di Assisi e Spoleto; 12% di Frantoio e 4,5% di Leccino, due varietà nobili presenti anche in altre regioni del centro Italia e 3,5% di altre varietà.
Da queste piante provengono le olive frante nel modernissimo impianto del Frantoio del Poggiolo, e quindi anche l'olio extravergine da agricoltura biologica (certificata A.I.A.B.) che già ha vinto diversi premi internazionali nei concorsi sulla qualità e sulle migliori produzioni DOP.