LA NOSTRE CERTIFICAZIONI

Abbiamo tutto sotto controllo per garantire la qualità dei nostri prodotti.

Dotarsi di un sistema di qualità certificato significa stabilire degli standard da rispettare sulla base delle norme volontarie internazionali, che riusciamo a raggiungere attraverso la gestione attenta di ogni dettaglio della filiera produttiva: gli acquisti, il processo produttivo e commerciale, il personale, l’assistenza al cliente, la logistica e i controlli messi in atto in tutte le fasi inclusi quelli analitici eseguiti con

precisione e puntualità dal laboratorio interno, l’amministrazione. Questo apparato di buone pratiche, necessario per produrre alimenti sani e di qualità, è formalizzato in un sistema di qualità, composto da un manuale, delle procedure e dei moduli di registrazione messi a disposizione dell’Ente di certificazione che ne ha verificato la conformità e di tutti i nostri clienti in fase di audit.

SITO

TIPO E LIVELLO CERTIFICAZIONE

ENTE CERTIF.

1° RILASCIO

Unità produttiva

ORTHODOX UNION: Certificazione Kosher

1992

Unità produttiva,
frantoio

DOP: Produzione e confezionamento DOP Umbria

1998

Unità produttiva,
frantoio e azienda
agricola

ISO 9001:2008: norma per la gestione dei Sistemi di qualità

1999

Unità produttiva,
frantoio

BIO: Produzione e confezionamento prodotti biologici

2001

Unità produttiva

British Retail Consortium: sicurezza igienico-sanitaria dei prodotti agroalimentari di marca privata

2004

Unità produttiva

International Food Standard: sicurezza igienico-sanitaria dei prodotti agroalimentari di marca privata

2006

Unità produttiva,
frantoio e azienda
agricola

UNI 10854 :1999: Progettazione e realizzazione sistema autocontrollo basato sul metodo HACCP

2007

Unità produttiva,
frantoio e azienda
agricola

OHSAS 18001:2007: certificazione dei sistemi di gestione della Salute e Sicurezza

2009

Unità produttiva

ISO 22000:2008: Sistemi di gestione per la sicurezza  alimentare

2010

Unità produttiva

EPD: Monini Olio Extra Vergine di Oliva “Classico”, “GranFruttato”, “Poggiolo”, “Delicato” – Dichiarazione Ambientale di Prodotto

2012

Unità produttiva

HALAL

2013

UNA QUALITÀ CERTIFICATA

Alla base della nostra politica ambientale c’è una semplice filosofia: non togliere nulla alla natura e al territorio, due elementi indispensabili per la qualità della materia prima.

Questa convinzione ci ha portati a ottenere, tra le prime grandi imprese in Italia, la certificazione Environmental Product Declaration (EPD®), un investimento per mantenere vivi nel tempo i valori che hanno reso grande la tradizione dell’arte olearia nella nostra azienda prima e che ora custodiamo con responsabilità per le generazioni future.

Abbiamo intrapreso alcuni importanti interventi per salvaguardare l’ambiente, dall’installazione di un impianto fotovoltaico presso lo stabilimento, all’acquisto di energia da fonti rinnovabili certificate, fino all’introduzione di un packaging in vetro riciclato.

Oggi possiamo definirci un’azienda all’avanguardia per strutture, tecnologia e controllo qualità, capace di rinnovare la tradizione attraverso un modello di gestione responsabile dal punto di vista ambientale, sociale ed etico.

Nata in Svezia, ma ormai diffusa in tutto il mondo, la Dichiarazione ambientale di prodotto (EPD), disciplinata dalla norma internazionale ISO 14025:06, viene rilasciata dal Swedish Environmental Management Council, che gestisce l’International EPD® System.

Molti dei nostri Extra Vergine d’oliva – Gran Fruttato, Classico, Poggiolo, Delicato, BIOS e D.O.P Umbria – hanno ottenuto questa certificazione a seguito della valutazione della performance ambientale lungo tutto il loro ciclo di vita (Life Cycle Assessement, LCA).

Per calcolare la performance ambientale, il sistema analizza la produzione, i fertilizzanti impiegati nella coltura degli olivi, le modalità di estrazione idrica, la quantità d’acqua adoperata per l’irrigazione, i materiali ausiliari utilizzati per la raccolta delle olive, così come i combustibili e l’energia elettrica usati in azienda e per il trasporto delle olive al frantoio. Altrettanto rigorosa è l’indagine condotta in merito alla lavorazione, al trasporto e al confezionamento dei nostri prodotti.

Nel calcolo finale sono rientrati anche i rifiuti, dal residuo di prodotto a tutti gli elementi del packaging, a fronte dell’impatto sul riscaldamento globale e sull’assottigliamento della fascia di ozono, e di altri parametri. Per ognuna di queste fasi è stata compilata e pubblicata una tabella con gli impatti ambientali legati al ciclo di vita del prodotto.

I documenti delle certificazioni ottenute dai nostri oli si possono consultare e scaricare dal sito della EPD.